venerdì 15 marzo 2013

Dado di carne fatto in casa


Finalmente il cielo pare aver chiuso i rubinetti, ieri ho seriamente iniziato a sospettare che l'Italia fosse stata spostata a nostra insaputa nella zona equatoriale del pianeta, purtroppo le temperature non sono le stesse di quella parte del mondo. Del resto "marzo pazzerello, aprile con l'ombrello (ma anche no!)..." 
Nei giorni scorsi ho riportato in garage tutta l'attrezzatura pro montagna lavata e profumata, quindi considero archiviata la stagione invernale e sono totalmente proiettata verso il caldo, l'estate, il mare, il mio costume scalpita nel suo cassettino in attesa di essere rispolverato, ma a quanto pare il meteo non la pensa come me.

In attesa di tempo migliore sparo le ultime cartucce culinarie "invernali" (ma pensando già alle bontà che verranno) e oggi, come promesso la volta scorsa, vi propongo la versione casalinga del dado di carne, "spacciatami" tempo fa dalla mamma.
Mi scuso in anticipo per la mancanza di una foto del prodotto finito, per la prima volta ho perso le foto che avevo scattato ormai qualche mese fa...oppure non le ho fatte per niente?!
Comunque ci sono quelle dei passaggi intermedi, spero aiutino lo stesso!

Dado di carne fatto in casa
  • 100 gr di cipolla
  • 100 gr di carote
  • 100 gr di sedano
  • 300 gr di carne macinata mista o di vitellone
  • 300 gr di sale grosso
  • alloro, salvia, rosmarino secondo gusto personale
  • 3 cucchiai di vino rosso (facoltativo)

Lavate e mondate le verdure e tritatele grossolanamente; fatele soffriggere con un pò di olio e lasciatele stufare con un goccio di acqua una decina di minuti a fuoco medio. Aggiungete la carne e fatela insaporire qualche minuto, unite gli aromi tritati e, se volete, sfumate con il vino. Completate con il sale grosso e lasciate cuocere il tutto a fuoco medio per 50 minuti senza coperchio mescolando di tanto in tanto.



Frullate il composto quando è ancora caldo, mettetelo in dei vasetti e chiudeteli.
Potete conservare il dado in frigorifero per 3 mesi oppure congelarlo: teoricamente il sale dovrebbe impedire al composto di congelare totalmente e rimanere quindi abbastanza morbido da poter essere prelevato con un cucchiaio senza troppa difficoltà. Il dado che mi aveva preparato la mamma taaaaanto tempo fa aveva questa peculiarità, quello preparato da me no! Quindi io consiglio di creare delle monoporzioni utilizzando i contenitori per il ghiaccio, che sicuramente tutti abbiamo in casa, e unire i dadi in un unico sacchettino quando saranno belli congelati.

Le occasioni di utilizzo saranno innumerevoli: per insaporire minestre, pietanze di vario tipo ma anche per avere a disposizione un brodo che sappia di carne e non di chimico in pochi minuti; certo, il dado, seppure fatto in casa, non sostituisce un buon brodo di carne fatto ben bene ma è un ottimo sostituto quando si ha fretta o poca voglia di cucinare!


1 commento:

  1. ciao alessia passa a trovarmi c'è una sorpresa per te sul mio blog

    RispondiElimina